Lame per sega alternativa verticale serie ORBIT

Le lame per sega alternativa in stellite ST può essere realizzata di varie dimensioni e tipologia, integrale in acciaio svedese  di alta qualità oppure con riporto in Stellite.

Descrizione

Le lame per sega alternativa in stellite ST può essere realizzata di varie dimensioni e tipologia, integrale in acciaio svedese  di alta qualità oppure con riporto in Stellite. Le lame da taglio di lamelle sono utilizzate per il taglio sottile di legno duro e morbido. La geometria del tagliente della lama viene scelto individualmente in base all’uso. In media, le lame per sega Stellitate possono essere affilate 8-10. A seconda del carico della lama, si consiglia di regolare la pre-tensione. Puoi trovare altri dettagli e consigli sulla geometria e l’uso delle lame per sega stellite sul sito cantarinigroup .

La caratteristica della lame per sega alternativa verticale in Stellite è un dente alternato come sulle lame circolari  La nomenclatura  ST deriva dal termine inglese Set Tooth, dente alternativamente sinistro e destro. Il petto del tagliente è rettificato.

Caratteristiche delle lame della serie ST:

ST = Dente per basso attrito, basso accumulo di calore, bassa rumorosità.

Scheda tecnica lama

Specifiche Standard delle lame stellitate per la serie ORBIT
A
(lunghezza)
B
(Larghezza)
C
(Corpo)
stradaturaD
(passo)
altezza di taglio Max
380400,61,051380 mm
38040450,71,151380 mm
380400,81,251380 mm
42040450,71,1513120 mm
420400,81,2513120 mm
42040450,91,413120 mm
45540450,91,413150 mm
50540450,91,415200 mm
52040450,91,415220 mm
55540450,91,415250 mm
Raschialame specifico
38036,52,112,61380 mm
42036,52,112,613120 mm
45536,52,112,613150 mm
50536,52,42,915200 mm
52036,52,42,915220 mm
55536,52,42,915250 mm

* possiamo fornire tutti i tipi di lame a richiesta

Come scegliere le lame

Gli strumenti scelti influenzano il risultato del lavoro, e in questo caso la scelta le lame delle sega alternativa influisce al 99%. Se la macchina è in buone condizioni tecniche, il risultato è influenzato da due fattori principali. La prima è preparazione del materiale infatti è necessario che le dimensioni dei blocchi di legno tagliati corrispondano al tipo di guida programmato in macchina. La seconda è la scelta accurata delle lame.

Come scegliere la lama stellitata

Punto n° 1 – Utilizzare la lama della sua lunghezza fino all’altezza del blocco di legno

Altezza di taglio80 mm120 mm150 mm200 mm250 mm
Lunghezza lama380 mm420 mm455 mm505 mm610 mm

Punto n. 2 – Lo spessore del corpo della lama della sega dipende dall’altezza di taglio.

Altezza di taglioto 80 mmto 120 mmto 150 mmto 200 mmto 250 mm
Possessore lama0,8 mm0,8 – 0,9 mm0,9 mm0,9 – 1,0 mm1,1 mm

Punto n. 3 – L’altezza di taglio maggiore = il fusto più spesso.

Altezza di taglioto 80 mmto 120 mmto 150 mmto 200 mmto 250 mm
Corpo lama1,2 – 1,3 mm1,25 – 1,35 mm1,3 – 1,45 mm1,4 – 1,5 mm1,5 – 1,7 mm

Punto n. 4 – I trucioli, non la polvere, vengono creati durante il taglio. Lo spessore di un chip può essere definito seguendo le seguenti formule:

z = 0.6 * (H + h) / t

  • z = numero di denti
  • H = sollevamento del telaio (mm)
  • h = altezza di taglio (mm)
  • t = passo (mm)

Calcolo dello spessore del truciolo:

s = u / n * z

  • s = spessore del truciolo (mm)
  • u = velocità di avanzamento (mm / min)
  • n = velocità (1 / min)
  • z  = numero di denti

Spessore del truciolo – Programma n. 4

Spessore truciolo0,15 – 0,25 mm0,07 – 0,1 mm0,03 – 0,05 mm
FinituraGrezzaMediaFine

 

Punto n. 5: l’elemento che limita le prestazioni della macchina è la lama. Se si intende lavorare con velocità di avanzamento elevate per ottennere una lamella poco rifinita è sufficiente impiefare delle lame dello spessore del corpo superiori di almeno 0,1 mm rispetto a quelle indicate nella Tabella n° 2.

terminologia

  • Il petto dell’utensile n. 4 è la superficie su cui scivola un truciolo.
  • Il fianco dell’utensile n. 3 è la superficie rivolta verso l’area di taglio.
  • I bordi laterali sono formati dalla petto dell’utensile e dalle sue superfici laterali.
  • L’angolo del fianco a è formato dal piano frontale e dal piano base. L’angolo di petto g è formato dal piano frontale e dal piano base.
  • L’angolo del bordo b è formato dal piano frontale e dal piano laterale.
  • L’angolo di taglio d = a + b
  • L’angolo di rastremazione dell petto e rilascia l’utensile nella direzione perpendicolare al suo asse longitudinale.
  • Si misura in proiezione sul piano di base.
  • L’angolo di rastremazione dell petto e ‘rilascia l’utensile nella direzione del movimento di taglio principale.
  • Viene misurato in proiezione sul piano di taglio.

terminologia

Il petto dell’utensile n. 4 è la superficie su cui scivola un truciolo. Il fianco dell’utensile n. 3 è la superficie rivolta verso l’area di taglio. I bordi laterali sono formati dalla petto dell’utensile e dalle sue superfici laterali. L’angolo del fianco a è formato dal piano frontale e dal piano base. L’angolo di petto g è formato dal piano frontale e dal piano base. L’angolo del bordo b è formato dal piano frontale e dal piano laterale. L’angolo di taglio d = a + b L’angolo di rastremazione dell petto e rilascia l’utensile nella direzione perpendicolare al suo asse longitudinale. Si misura in proiezione sul piano di base. L’angolo di rastremazione dell petto e ‘rilascia l’utensile nella direzione del movimento di taglio principale. Viene misurato in proiezione sul piano di taglio.

Angolo di spoglia

L’angolo di sfoglia è un cambiamento graduale della micrometria dei bordi durante il processo di taglio: il bordo smette di avere la sua capacità di taglio. La durata del tagliente è il periodo durante il quale il bordo mantiene la sua capacità di tagliare prima che un cambiamento nella forma del bordo raggiunga il limite determinato. Questo limite viene visualizzato quando vengono superati gli intervalli di tolleranza delle lamelle tagliate. La durata del tagliente dipende dalla durezza del materiale da tagliare, dalla sua lavorazione, purezza e umidità. La durata del tagliente può essere ridotta in modo sostanziale quando l’alimentazione è troppo lenta, cioè più lenta dei valori di spessore elencati per la lavorazione di finitura – vedere la tabella n. 4 o d’altra parte, quando l’alimentazione è troppo veloce. Quando ciò si verifica, la lama della sega diventa instabile anche con il suo minimo smussamento.

Affilatura di lame per seghe in stellite

Per le affilature  si consiglia di utilizzare la macchina CNC Grinder – BPL CNC Tipo A. Le lame della sega vengono affilate usando un refrigerante spruzzato sulla parte. singolarmente un dente dopo l’altro.La rettifica va fatta seguendo uno schema prima si affila il bordo posteriore dell’intero lame, quindi si passa al petto. Valori di angolo consigliati – Programma n. 5

g [°]a [°]
Legni duri6 – 108 – 12
Legni morbidi10 – 1512 – 17

 

Lo spostamento dell’oscillazione dovrebbe essere compreso nell’intervallo in base ai valori consigliati – vedere la tabella n. 6:

Lunghezza lama380 mm420 mm455 mm505 mm610 mm
Differenza Y (mm)0,3 – 0,50,4 – 0,60,5 – 0,70,7 – 0,90,8 – 1,0